IL TAR MARCHE SUL RAPPORTO TRA PRINCIPO DNSH E CRITERI AMBIENTALI MINIMI

Feb 14, 2024 | Ambiente

Il TAR Marche sul rapporto tra principio DNSH e CAM
Con la sentenza n.118 del 31 gennaio 2024 il TAR Marche ha stabilito che i Criteri Ambientali Minimi costituiscono un livello inferiore di tutela delle matrici ambientali rispetto alle prescrizioni derivanti dall’applicazione del principio DNSH.
Anzitutto perché quest’ultimo si basa su aggiornamenti periodici regolari e poi perché il regolamento sulla Tassonomia e i relativi criteri di vaglio tecnico DNSH hanno introdotto nuovi elementi che non erano stati presi in considerazione dai criteri ambientali minimi nazionali.

Ne consegue – sempre secondo il TAR Marche – che il rispetto del principio DNSH che valuta l’impatto ambientale con criteri più stringenti, implica anche la valutazione dei C.A.M. nazionali.

Il principio del “non arrecare un danno significativo” all’ambiente (anche noto come principio DNSH, cioè “Do No Significant Harm”) nasce per coniugare crescita economica e tutela dell’ecosistema, garantendo che gli investimenti siano realizzati senza pregiudicare le risorse ambientali.

TAR_MARCHE

Skip to content